La Razza Podolica

La razza Podolica ha avuto origine dal Bos Taurus Primigenius. È presente in Italia, probabilmente, sin dal V secolo D.C. Oggi è presente solo nelle regioni meridionali (specie in Basilicata e Calabria) ove viene anche incrociata con tori a spiccata attitudine da carne. L’alta qualità delle carni ottenute è il frutto di quattro fattori essenziali: genetica, alimentazione, tecniche di allevamento, corretta gestione delle fasi pre-post macellazione.
Il miglioramento genetico potenzia l’ attitudine alla produzione della carne, che già, per caratteristiche organolettiche intrinseche, è magra, a basso contenuto di colesterolo, ricca di acidi grassi essenziali (omega 3 ed omega 6). Il corretto sistema di allevamento – che prevede ancora l’effettuazione dell’antica pratica della transumanza, con lo spostamento delle mandrie in montagna durante i mesi estivi e la discesa in marina nei mesi invernali - e di alimentazione contribuiscono a fornire carni genuine, salubri e apprezzate dai consumatori. I bovini al pascolo vivono in ambienti in cui non si effettua alcun ricorso all’utilizzo di diserbanti, antiparassitari ed altri presidi chimici. Inoltre è pressoché nullo l’ impiego di farmaci sugli animali allevati.
nell'alimentazione è consentito l’impiego di orzo, mais, avena, frumento, cruscami, sorgo, favino, fave, pisello proteico, carrube, polpa di bietola essiccata, foraggi freschi, fieno, paglia. Non è consentito l’ uso di soia e suoi derivati, insilati, lieviti, sottoprodotti dell’ industria, tranne quelli dell’ industria molitoria; Non sono permesse integrazioni con oligoelementi, vitamine, tamponi ruminali.
Le fasi che precedono la macellazione sono essenziali al fine di ottenere carni non “stressate”, che possano affrontare il processo di frollatura (che deve durare almeno 5 giorni) senza alterazioni dei parametri di pH, temperatura, umidita’.
La Podolica, se correttamente gestita, può rappresentare un patrimonio per la zootecnia del Sud, sia per il recupero delle aree marginali e dei pascoli difficili, altrimenti inutilizzati, sia per la produzione di carni di qualità superiore.
I capi allevati al pascolo offrono carni sapide, sane, ricche di proteine, vitamine e sali minerali.

Form-rapido